Pertuso – Croce degli Alpini - Segnavia 260

Itinerario tra i più impegnativi della valle, in quanto presenta molti tratti esposti anche se attrezzati di funi d’acciaio. Il sentiero è dedicato a Serena Salvucci e Ales- sandro Mennella, giovani soci del CAI di Novi Ligure, residenti in Val Borbera e tragicamente caduti in un incidente sul Gruppo del Monte Rosa nel luglio 2003. Arrivati a Pertuso, lasciamo l’auto nei pressi della stele che ricorda il sacrificio dei partigiani della divisione “Pinan Cichero” durante il periodo nazifascista. Sulla destra della provinciale SP 140 imbocchiamo una stradina in discesa che porta in pochi minuti al ponte (chiamato ponte del diavolo) che attraversa il torrente Borbe- ra. Proseguiamo il sentiero in salita e incontriamo i primi tratti esposti e attrezzati. Grazie ad una serie di ripidi versanti risaliamo velocemente la puddinga, caratteri- stica formazione rocciosa tipica della Val Borbera. Durante la camminata incrocia- mo ornielli, ligustri, lantane, roverelle e carpini neri e abbondante timo selvatico. Il paesaggio si evolve di tornante in tornante, incrociamo nuovamente tratti di itinera- rio attrezzati, e nel giro di due ore abbondanti ci troviamo davanti alla croce degli alpini. Durante la camminata è possibile ammirare la media valle per quasi tutta la sua estensione, con una vista quasi aerea e scorgere quasi tutti i paesi ubicati nel versante est della valle.

Il percorso in breve
Lunghezza 2,4 km
Segnavia 260
Dif icoltà EE. 

Pertuso - Croce degli Alpini - Marker 260

Path 260 is one of the most beautiful in the Borbera valley: it is dedicated to Serena Salvucci and Ales- sandro Mennella, young members of the Italian Al- pines Club (CAI) of Novi Ligure, residing in Val Bor- bera and tragically fallen in an accident on the Monte Rosa Group in July 2003. We have already known it in the simple and pano- ramic stretch that goes from Roccaforte to the Croce de- gli Alpini (see itinerary 21), the most interesting and wild part remains to be dis-

covered, the one that starts from the Stele of Pertuso. Once arrived in Pertuso (mt. 376), we leave the car near the stele which recalls the sacrifice of the partisans of the Pinan Cichero divi- sion during the Nazi-Fas- cist period. On the right of the provincial road, we take a downhill road that leads in a few minutes to the bridge that crosses the Borbera stream. We con- tinue uphill and meet the first exposed and equipped sections, then with a series of steep hairpin bends, we

quickly go up the puddinga. During the walk, we meet ash trees, privets, lantanas, downy oaks and hornbeams and abundant wild thyme. The landscape evolves every hairpin, we cross sections of equipped itinerary again, and within two abundant hours we find ourselves in front of the Croce degli Al- pini (mt. 830). During the walk it is possible to admire the middle valley for almost all its extension, with an almost aerial view and to see almost all the countries located on the east side.

Foto Maurizio Carucci

panorama valle .JPG